Madri Strappate – Convegno

Giovedì 12 ottobre, si è svolto, nella splendida sala del Refettorio (Palazzo San Macuto) a Roma, il XIII Congresso “Madri strappate”, organizzato dall’On. Stefania Ascari e dalla Sen. Orietta Vanin, da sempre impegnate nel contrasto alla violenza domestica e di genere, con un particolare occhio di riguardo nei confronti delle storture prodotte dalle Legge 54/2006 sull’Affido condiviso e l’aberrante pratica dei prelievi coatti dei minori. 

Un punto di partenza ma anche di arrivo, che segna un passaggio di livello nell’impegno delle donne rispetto alle “mancanze” del sistema Giustizia e ai pregiudizi culturali che ne permettono il proseguo. 

Una menzione particolare spetta a Imma Cusmai, la Presidente dell’associazione #Femminicidioinvita che con determinazione e lucidità è riuscita in tempi relativamente brevi a costruire – una rete di contatti e professionalità eccellenti – nonché una comunità di intenti che hanno permesso di arrivare a ciò. 

L’obiettivo, chiaro, è quello di superare il livello di “denuncia” (doverosa ed essenziale) di quello che succede nei nostri Tribunali (penali, civili, dei minorenni) e la #violenzaistituzionale a cui vengono sottoposte madri e figli nel momento della separazione della coppia genitoriale. Indi, la creazione di una piattaforma di proposte atte a superare le criticità (per usare un eufemismo) di un sistema più volte condannato in sede europea per non essere in grado di riconoscere la violenza di genere; la violenza domestica; gli abusi e i maltrattamenti sui bambini.

Noi del #IllaboratoriodelPossibileAps eravamo presenti per ascoltare ma anche per dare la nostra disponibilità al progetto, da sempre convinte della forza della Solidarietà, del mutuo aiuto, della Rete.   

#violenzadomestica #vittimizzazionesecondaria #violenzaistituzionale #abolire_la_legge54 #farerete #nonstaremozitte #madristrappate

Locandina Convegno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Correlati